Negli Usa, il solare produce più posti di lavoro del petrolio

Il crollo del greggio sotto i 30 dollari ha avuto sicuramente il suo peso. Ma sarebbe riduttivo attribuirne il merito soltanto al calo del prezzo del petrolio, pur quanto significativo. In realtà, quanto sta accadendo nel settore dell’energia negli Stati Uniti è il frutto delle scelte avviate negli Stati Uniti con l’amministrazione Obama, che ha intuito – a assecondato – i cambiamenti economici e tecnologici già in atto.

È questo il quadro in cui leggere la notizia  riportata da uno studio della Solar Foundation, una organizzazione non governativa che promuove la green economy, intitolato “National Solar Job Census“: vi si legge che negli Stati Uniti, per la prima volta nel 2015, i lavoratori del settore fotovoltaico hanno superato quelli impegati nel settore oil&gas.

Continua a leggere su Behind Energy

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>