La chimica di confinamento per abbattere i gas di scarico

Bando Accumulo + FV
Fotovoltaico con accumulo, dalla Regione Veneto incentivi ai privati
4 Giugno 2019
Italia Solare scrive a Luigi Di Maio per chiedere di rivedere il capacity market a favore delle centrali termoelettriche che peserà sulle bollette degli italiani per un miliardo di euro all’anno
13 Giugno 2019

Il Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iom) ha sviluppato un nuovo sistema modello per la produzione di materiali utilizzabili nella chimica di confinamento e capaci, tra le altre cose, di trasformare i gas di scarico delle automobili in prodotti meno tossici.

I ricercatori del Cnr-Iom hanno sintetizzato dei nanoreattori su misura che non solo sanno imprigionare i gas di scarico trasformandoli in molecole meno inquinanti – e quindi migliorando la qualità dell’aria -, ma possono essere anche impiegati nella progettazione di celle a combustibile nell’industria automobilistica che rendano più efficiente la produzione energetica e per trasformare o immagazzinare energie rinnovabili nelle batterie.

Articolo completo su: lescienze.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *