Fame e migrazioni: le gravi conseguenze del cambiamento climatico

Il comitato scientifico dell’Onu sul clima pubblica il rapporto “Cambiamento climatico e territorio“; il documento evidenzia che saranno le popolazioni più povere di Asia e Africa a pagare la maggiori conseguenze dei cambiamenti climatici irreversibili cui stiamo andando in contro, concretizzate in guerre e migrazioni sempre più frequenti.

L’Europa, invece, è a rischio di desertificazione e incendi sempre più frenquenti; soprattutto considerato che le ondate di calore continueranno a crescere nel corso del 21° secolo, con tutte le conseguenza ad esse legate: siccità, piogge estreme, danni ad agricolura e territorio.

Greenpeace lancia un appello: “Alla luce del nuovo rapporto Ipcc, i governi dovranno perciò aggiornare e migliorare i propri piani d’azione per mantenere l’innalzamento delle temperature globali sotto il grado e mezzo”.

Articolo completo su : repubblica.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>