Federica Musto

Una buona e una cattiva notizia emergono dal report pubblicato in questi giorni da Moody’s Investors Service: la buona notizia è che l’Italia ha già raggiunto, con ben 5 anni di anticipo, gli obiettivi di decarbonizzazione europei al 2020; quella cattiva è che  si stima che avrà maggiori difficoltà a raggiungere gli obiettivi fissati al 2030.

La causa di tale difficoltà? Sempre secondo il report di Moody’s a tale difficoltà concorrono sia il fatto che l’obiettivo della SEN 2017 è molto ambizioso – si punta, infatti, a una riduzione del 33% delle emissioni di gas serra e a un tasso di penetrazione delle energie rinnovabili del 28% entro il 2030 -, sia il fatto che l’aspettativa di crescita delle rinnovabili sarà modesta nei prossimi anni.

Articolo completo su: milanofinanza.it

3 agosto 2018
fotovoltaico

Gli obiettivi di decarbonizzazione in Italia: il rapporto di Moody’s

Una buona e una cattiva notizia emergono dal report pubblicato in questi giorni da Moody’s Investors […]
2 agosto 2018
fotovoltaico aziendale

Il 1 agosto 2018 è stato l’Earth Overshoot day

Il Global Footprint Network, il centro di ricerca che calcola l’impronta ecologica dell’umanità e la […]
27 luglio 2018

Forum ITALIA SOLARE 2018

Save the Date Forum ITALIA SOLARE 2018 A vision for the energy transition in Italy […]
25 luglio 2018
rinnovabili

Crescono gli investimenti nelle rinnovabili, ma restano ancora insufficienti per il clima

Calo degli investimenti nel fossile e aumento degli impianti fotovoltaiici installati: due ottime notizie che […]