Energia elettrica, il futuro è nell’autoconsumo e nella generazione distribuita

Dopo quasi due anni di faticoso cammino parlamentare, l’esame al Senato del ddl Concorrenza è alle ultime battute. Se il governo deciderà di porre la fiducia sul provvedimento salterebbero tutti gli emendamenti, fra cui alcuni sul pacchetto energia che avrebbero consentito di aprire anche in Italia il mercato della distribuzione elettrica da fonti rinnovabili, allineando così il nostro Paese al resto d’Europa.

Intanto una petizione, firmata da Associazioni ambientaliste e operatori di settore, chiede che siano autorizzate la vendita e lo scambio tra privati di energia elettrica da fonti rinnovabili. A guadagnarci – dicono – sarebbero i cittadini e l’intero sistema Paese, ma gli interessi di poche concessionarie che operano in regime di monopolio lo hanno finora reso impossibile.

Guarda il video: http://www.rainews.it/dl/rainews/media/energia-elettrica-autoconsumo-generazione-distribuita-e70b0d38-d2c6-4384-b30c-345ec05446f5.html

2 Comments

  1. Titan Premium scrive:

    Intanto una petizione, firmata da Associazioni ambientaliste e operatori di settore, chiede che siano autorizzate la vendita e lo scambio tra privati di energia elettrica da fonti rinnovabili.

  2. buongiorno, mi sento di aggiungere che la generazione distribuita da fonte rinnovabile è uno strumento importantissimo per lo sviluppo della mobilità elettrica, mi spiego meglio: la rete stradale della distribuzione carburanti a scala urbana extraurbana ed autostradale è la sola vera infrastruttura che ,attraverso piccoli impianti per l’autoconsumo puo’ alimentare le stazioni di ricarica rapida costituendo cosi anche una rete di smart grid al servizio delle utenze limitrofe ; l’operazione è resa possibile grazie al pacchetto INDUSTRIA 4.0 con tempi di rientro dell’investimento che non superano i 5 anni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>