Prosumer e aggregatori, tutte le opportunità per il mercato italiano e le barriere che ancora ne ostacolano lo sviluppo

riforma_settore_energia

La Renewable Energy Directive della Commissione europea stimola il ruolo dei prosumer e degli aggregatori, prevedendo nei condomini e nei sistemi di distribuzione chiusi lo scambio di energia fra i soggetti che ne fanno parte. La direttiva richiede inoltre livelli di tassazione per l’autoconsumo che riflettano i costi generati al sistema elettrico.

Quale è lo stato dell’arte dell’autoconsumo in Europa e quali sono oggi le reali possibilità per l’Italia? Cosa manca ancora perché nel nostro Paese vi siano le condizioni di una reale apertura all’autoconsumo?

Un’ampia panoramica dello stato di fatto e delle opportunità future legate all’autoconsumo verrà presentata durante il Forum di Italia Solare, in programma il prossimo 11 dicembre a Roma.

Nello specifico, per l’Italia si analizzano le varie opportunità permesse dalla normativa sui Sistemi Efficienti di Utenza, un modello che ha molte limitazioni di applicazione ed è ancora poco supportato dal sistema finanziario. Un focus verrà fatto anche sulle nuove configurazioni auspicate (autoconsumo nei condomini, nuovi sistemi di distribuzione chiusi e comunità energetiche) per finire con l’analisi delle attuali barriere allo sviluppo dell’autoconsumo con particolare attenzione alla problematica relativa agli oneri di rete ed agli oneri generali di sistema.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>