Notizie

“Buone” notizie dall’ultimo rapporto dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), o almeno relativamente buone: le società hanno a disposizione dai 10 ai 30 anni in più di quelli stimati fino ad oggi per attuare la decarbonizzazione.

Ma i cambiamenti necessari finalizzati a limitare il pericoloso aumento delle temperature del pianeta dovranno comunque essere rapidi e drastici, ossia riuscire a ridurre le emissioni di carbonio a livello globale del 49% rispetto ai livelli del 2017, e quindi raggiungere la decarbonizzazione completa entro il 2050.

I guai comportati dall’aumento della temperatura di 1,5° C potrebbero infatti essere estremamente rilevanti sia in fatto di ondate di calore, sia in tema di estinzione vegetale e/o faunistica.

Articolo completo su: lescienze.it

15 ottobre 2018
smog inquinamento

Le buone e le cattive notizie del nuovo IPCC

“Buone” notizie dall’ultimo rapporto dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), o almeno relativamente buone: le […]
1 ottobre 2018
industri inquinamento co2

Quanto ci costa la CO2: il prezzo sociale del carbonio

Una ricerca congiunta dell’Istituto europeo per l’economia e l’ambiente (EIEE) e dell’Università della California ha sviluppato […]
1 ottobre 2018
FV solar

L’importanza dell’O&M nel FV

Qualità e professionalità sono i requisiti minimi necessari per l’attività di O&M  Le attività di […]
26 settembre 2018
rinnovabili

La Puglia punta su Idrogeno e rinnovabili

Enzo Colonna, Presidente del Gruppo consiliare Noi a Sinistra per la Puglia, ha dichiarato che […]