Notizie

Stiamo vivendo un’estate insolitamente calda e Friederike Otto, esperta di modelli climatici dell’Università di Oxford, insieme ai suoi colleghi hanno tentato una risposta tramite un’analisi preliminare molto rapida che ha illustrato come i cambiamenti climatici hanno più che raddoppiato la probabilità del verificarsi dell’ondata di calore in molti luoghi.

Dunque cambiamenti climatici e manifestazioni meteorologiche estreme sarebbero non solo collegate, ma prevedibili anche a breve termine. Questo potrebbe essere una svolta per l’informazione in materia, che diverrebbe molto più agile nel ricevere abitualmente queste analisi rapide direttamente dalle agenzie meteorologiche, invece che da studi ad hoc preparati dagli accademici.

I risultati ottenuti finora da analisi come quelle di Otto, unite all’ampio corpo di studi sull’attribuzione degli eventi meteorologici estremi al clima, suggeriscono che circa i due terzi di tali eventi sono stati resi più probabili, o più gravi, dai cambiamenti climatici indotti dall’uomo.

Per maggiori informazioni si rimanda all’articolo completo su: lescienze.it

 

13 agosto 2018
ondate calore

Ondate di caldo e cambiamenti climatici

Stiamo vivendo un’estate insolitamente calda e Friederike Otto, esperta di modelli climatici dell’Università di Oxford, insieme ai […]
3 agosto 2018
fotovoltaico

Gli obiettivi di decarbonizzazione in Italia: il rapporto di Moody’s

Una buona e una cattiva notizia emergono dal report pubblicato in questi giorni da Moody’s Investors […]
2 agosto 2018
fotovoltaico aziendale

Il 1 agosto 2018 è stato l’Earth Overshoot day

Il Global Footprint Network, il centro di ricerca che calcola l’impronta ecologica dell’umanità e la […]
25 luglio 2018
rinnovabili

Crescono gli investimenti nelle rinnovabili, ma restano ancora insufficienti per il clima

Calo degli investimenti nel fossile e aumento degli impianti fotovoltaiici installati: due ottime notizie che […]