ITALIA Solare

Nel varare la riforma della tariffa elettrica l’Autorità per l’Energia, nonostante le accese critiche di ambientalisti, mondo delle rinnovabili e consumatori, è rimasta fedele all’impostazione delineata nell’ultimo documento di consultazione.

Abbiamo spiegato in altri articoli i dettagli e i tempi della riforma, che vede cambiamenti graduali già dal 1° gennaio 2016 e che sarà completata entro il 2018, e abbiamo mostrato come  inciderà sulla convenienza del fotovoltaico in autoconsumo e come cambieranno i conti per varie tipologie d’utenza già dal prossimo gennaio e fino al 2018.

Riassumendo, la nuova tariffa, a riforma completata, vedrà eliminata la progressività(per la quale chi consuma di più paga la bolletta proporzionalmente più cara) e  icosti di rete saranno spostati sulla parte fissa della bolletta, quella che non varia in base al consumo, rendendo il conto più salato per chi ha consumi bassi e  meno conveniente investire in tecnologie per il risparmio o l’autoproduzione, come il fotovoltaico o la cogenerazione.

Cambiamenti che secondo l’avvocato Emilio Sani (Consigliere di ITALIA Solare), tra i massimi esperti in Italia della normativa energetica e delle rinnovabili, tradiscono lo spirito della fonte normativa europea, colpendo efficienza energetica, consumatori e fonti pulite, mentre tutelano i distributori elettrici.

Leggi l’intervista su Qualenergia.it

4 dicembre 2015

Riforma tariffe, “danneggia consumatori e FV per difendere i distributori elettrici”

Con lo spostamento dei costi di rete sulla componente fissa della bolletta, secondo l'avvocato Emilio Sani, l'Autorità per l'Energia ha fatto una scelta politica che trascende il suo mandato indicato dal decreto 102/2014. Penalizzando efficienza energetica e autoproduzione, per tutelare invece i distributori elettrici.
3 dicembre 2015

Nuove tariffe elettriche: arrivano le Bollette della Befana

Comunicato stampa congiunto Adusbef, Codici Associazione Consumatori, Greenpeace, ITALIA Solare, Kyoto Club, Legambiente e WWF […]
1 dicembre 2015

GU 30 novembre 2015: spunta una proroga per qualifiche SEU

SOCIETÀ IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA, PROROGA PER QUALIFICA SEU
27 novembre 2015

ITALIA SOLARE alla COP21 di Parigi

Oltre all’adesione alla Marcia per il Clima e all’appello del Consiglio Nazionale della Green Economy, un nostro rappresentante parteciperà alle riunioni di Parigi